Si dice che quando si vede Santorini per la prima volta ci si innamora e che una volta ammirato il Mar Egeo dall’alto di questo incantevole anfiteatro naturale, unico al mondo, non si può fare a meno di tornarvici. Sono andata anche io a Santorini e ho capito che avrei potuto tornarci altre mille volte, e poi, poco alla volta ho conosciuto e scoperto anche le altre Isole Greche.

Quando lo sguardo si posa per la prima volta sul profilo roccioso e scosceso di Santorini la mente fatica a comprendere la meraviglia di ciò che gli occhi stanno osservando…uno spicchio di terra e roccia che si erge maestoso in mezzo al mare.

Ma lo stupore lascia presto spazio all’incanto di scoprire un luogo ricco di storia che si mostra nuda, come nel nuovo cratere che sorge al centro dell’emiciclo, ricordo recente di un passato fatto di disastri e terremoti, di civiltà sommerse, un luogo insomma in cui storia e leggenda sembrano indissolubilmente legate.

Allora perché lasciarsi incantare dall’isola più famosa delle Cicladi? Senza dubbio per il ceruleo del mare che avvolge l’isola donandole un alone di mistero e che soprattutto d’estate diventa meta di un variegato popolo di turisti che da ogni pare del mondo giunge a Santorini per godere del tramonto più romantico del mondo e per assaporare il vero gusto di una vacanza su un’isola della Grecia.

O per il rosso, il nero e il bianco di alcune delle sue spiagge più famose, che portano nella sabbia ghiaiosa il ricordo dell’origine vulcanica dell’isola, che nei millenni ha subito numerose trasformazioni, che ne hanno cambiato la morfologia ma non hanno intaccato la magia di questo luogo.

O per l’armonia delle piccole città incastonate come pietre preziose sulla Caldera che, impervia e meravigliosa, discende verso il centro del vulcano ormai immerso nel profondo del mare. Un viaggio a Santorini è un tuffo in paradiso, una vacanza dove storia, cultura, relax e divertimento si fondono alla perfezione, meta perfetta per ogni tipo di viaggiatore.

Santorini è senza dubbio uno fra i luoghi più affascinanti non solo della Grecia ma di tutto il mondo, soprattutto quando al tramonto i riflessi rosso dorati illuminano la Caldera con le sue casette bianche e i tetti blu di una luce magica, mentre le spiagge scure di origine lavica si accendono regalando un’atmosfera indimenticabile.

E Santorini è in buona compagnia, perché le isole greche sono tutte meravigliose: ognuna con una storia diversa, un clima e un habitat propri. Dopo essermi innamorata di Santorini ho scoperto che potevo amare in egual modo (forse non esattamente!) anche le altre Cicladi, Mykonos, Karphatos, Paros, Antiparos, Folegandros, Samos, Ios, Kos e poi ancora le Sporadi, come Skiathos e Skopelos e così via…

4 thoughts on “Perchè una vacanza su un isola greca

    1. Ciao!
      Come ogni isola Greca l’estate è il periodo migliore, ma senza dubbio già da maggio secondo me lo spettacolo del mare di Santorini è imperdibile! Una settimana nei mesi di giugno, luglio o agosto forse è lasoluzione migliore, ma se il tempo è meno si può pensare anche a un weekend lungo tanto in aereo in 3 ore si arriva!

    1. Ciao Daniela,
      giugno è un mese perfetto per andare in Grecia, ovviamente anche a Santorini! Fa già caldo ma non soffocante, il mare è bellissimo e non c’è la confusione dei mesi più gettonati! Con due bimbe ti consiglio senza dubbio di scegliere un hotel o un appartamento nella zona delle spiagge, ti consiglio Kamari che è forse la zona più attrezzata, ma anche Perissa. Le altre spiagge sono bellissime ma non adattissime a due bimbe, invece queste due sono proprio spiaggione grandi, attrezzate con tutti i confort. I resort e gli hotel sono proprio al traverso della strada, quindi raggiungere il mare sarà facilissimo! Ovvio che poi la potrai girare tutta, è piccina l’isola, ricorda solo che sulla Caldera ci sono molti saliscendi!
      Se ti va continua a seguirmi a breve racconterò di un’altra isola in cui ci sono spiagge perfette per le famiglie!
      Buona vacanza allora!
      Manuela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *